IPNU chi?

Marta e Chiara

Eri curioso di sapere quali visi ci fossero dietro, vero? Eccoci, ci presentiamo!
Prima l’anziana…

“Devo presentarmi? Dipingo su porcellana dal lontano 1994, sono curiosa, logorroica, pignola (quando voglio), paziente (con chi dico io) amante dell’arte (ma non tutta), delle lingue straniere e letteralmente terrorizzata dalla non conoscenza.

Grazie ad IPNU ho imparato tantissime cose: a non dormire la notte, che forma ha il disco del tiro al piattello, qual è lo stemma della folgore e i colori del Bari calcio.

La notte è il momento migliore per intessere relazioni pericolose con tavolozza e colori. La pittura è la mia amante e la nostra è una relazione che si protrae da oltre vent’anni ormai, quindi definirla amante è piuttosto riduttivo.” (MARTA)

….poi la giovane!

“Il disegno è sempre stata una delle mie fisse. Da piccola disegnavo in continuazione e poi, due anni fa, è arrivata Marta che mi ha letteralmente catapultata in questo mondo.

Per me la decorazione della ceramica era una cosa da vecchi, invece mi sono dovuta ricredere! Ogni giorno è una scoperta, una sfida stimolante e una missione continua: portare sorrisi in giro per l’Italia e, perché no, anche fuori!” (CHIARA)